Rimborso della cessione del quinto, a chi spetta e come fare domanda

Rimborso della cessione del quinto, a chi spetta e come fare domanda

Scritto da Martina Luglio 20, 2019
rimborso commissioni cessione del quinto

Il rimborso della cessione del quinto è la restituzione di una determinata somma di denaro a tutti coloro che abbiano estinto anticipatamente, oppure rinnovato un finanziamento.

La cessione del quinto del proprio stipendio, o della propria pensione, è una forma di finanziamento molto amata sia dalle banche che dai risparmiatori.

Perché? Attraverso questa tipologia di prestito, le rate vengono ritirate direttamente alla fonte, ovvero già dalla busta paga. L’ ente che finanzia ha, quindi, la garanzia della restituzione del debito. D’altra parte, chi riceve il finanziamento ha più facilità, rispetto ad altre forme di prestiti, di ottenere il denaro.

Inoltre, la restituzione del prestito prevede delle rate di rimborso a tasso costante e fisso.

E’ opportuno sapere che l’opportunità di accedere a questo tipo di prestito è riservata a due categorie di persone, ovvero i dipendenti statali o pubblici e i pensionati.

Non tutti coloro che stipulano un contratto di cessione del quinto sanno che in alcuni casi si ha diritto a un rimborso commissioni cessione del quinto.

Il rimborso cessione del quinto è l’insieme delle spesse accessorie e di commissione cui il contraente del finanziamento ha diritto in due casi:

  • Estinzione anticipata del debito;
  • Apertura di un nuovo finanziamento.

Come fare domanda di rimborso cessione del quinto

Fare richiesta di rimborso commissioni cessione del quinto può essere molto semplice. Per richiedere il rimborso della cessione, infatti, le strade sono sostanzialmente due:

Opzione 1:

Nonostante la normativa vigente tuteli il consumatore che stipuli un contratto di cessione del quinto (art 4 co.3, d.lgs 28/2010), sarà tuo dovere:

  1. reperire tutta la documentazione,
  2. ricalcolare i costi,
  3. verificarli con un perito,
  4. istruire la pratica,
  5. dare mandato ad un avvocato specializzato in materia,
  6. attendere per diversi mesi un riscontro dalla controparte.
  7. Procedere ad un ricorso in caso di risposta insoddisfacente.

Opzione 2:

  1. Ricevere il supporto di RDQ, che si occuperà di portare a termine tutte le pratiche al posto tuo.

Contattaci per verificare subito se hai diritto al tuo rimborso.

Seguici su Facebook.

Condividi l'articolo

Articoli correlati

Avere il rimborso è un tuo diritto, scopri senza impegno se ne hai diritto.